Verso un futuro europeo: dialogo aperto con Sara Vito

Verso un futuro europeo: dialogo aperto con Sara Vito

21 Maggio ore 20:00 21:30

Interverrà il candidato sindaco per il Comune di Dolina Aleksander Coretti. Saranno presenti Caterina Conti, segretaria PD FVG, Maria Luisa Paglia, segretaria del PD di Trieste. Seguirà rinfresco.

Località Bagnoli della Rosandra, 322
San Dorligo della Valle-Dolina, TS 34018 Italia
+ Google Maps
+39 040 366833
L’Europa che vogliamo: incontro con Sara Vito

L’Europa che vogliamo: incontro con Sara Vito

21 Maggio ore 18:00 19:45

Sara Vito, unica candidata del Friuli Venezia Giulia alle elezioni europee, condividerà con noi le sue idee e le sue proposte per affrontare le sfide che ci attendono a livello europeo. È un’opportunità per ascoltare direttamente dalla voce di chi si impegnerà a rappresentarci nel Parlamento Europeo e per porre domande su temi che ci stanno a cuore. Saranno presenti Caterina Conti, segretaria PD FVG, Maria Luisa Paglia, segretaria del PD di Trieste.

Via Madonna del Mare 7/A
Trieste, TS 34124 Italia
+ Google Maps
Visualizza il sito del Luogo
No all’ovovia: PD, un futuro diverso per Trieste centro d’Europa

No all’ovovia: PD, un futuro diverso per Trieste centro d’Europa

Si è tenuto questa mattina presso l’Antico Caffè San Marco di Trieste un incontro molto affollato, che ha visto la partecipazione della Deputata europea Elisabetta Gualmini, il Presidente del Comitato NO OVOVIA William Starc e il Vice Presidente del Consiglio Regionale Francesco Russo.

La riunione è stata introdotta dalla Segretaria Provinciale del PD, Maria Luisa Paglia, che ha ringraziato la Deputata Gualmini per la sua “capacità di ascolto durante gli ultimi cinque anni e l’impegno costante nel portare avanti le istanze del territorio di Trieste con determinazione”.

Il Presidente Starc ha sottolineato “l’importanza di non arrendersi nella battaglia per contrastare il progetto dell’amministrazione comunale dell’ovovia”, ribadendo così la volontà del Comitato di continuare la lotta contro il progetto.

Francesco Russo ha evidenziato come la Deputata Gualmini sia stata “rappresentativa del territorio e attiva sia sul campo del contrasto del progetto ovovia sia nel campo dei diritti del lavoro”.

La Deputata Gualmini, facendo un excursus su quanto realizzato durante il suo precedente mandato, ha ribadito “l’importanza della difesa dei diritti dei lavoratori” e ha condannato “certi lavori automatizzati che rischiano la disumanizzazione”.

È stata un’occasione per discutere sia del progetto NO OVOVIA che di tematiche di rilevanza generale e per ribadire l’importanza delle future elezioni europee, nonché della collaborazione tra istituzioni e cittadini nell’affrontare le sfide presenti e future.

 

Video dell’evento con gli interventi di Maria Luisa Paglia, Francesco Russo, William Starc e le conclusioni di Elisabetta Gualmini

 

Le foto dell’incontro

Migranti: Majorino (PD), la destra alimenta la cultura dell’emergenza permanente per consenso politico

Migranti: Majorino (PD), la destra alimenta la cultura dell’emergenza permanente per consenso politico

Un incontro molto partecipato di confronto e spunti reciproci tra interlocutori e pubblico quello di ieri al Caffè San Marco con Pier Francesco Majorino, responsabile politiche migratorie nella segreteria del Partito democratico, a tema migranti e accoglienza diffusa.

L’accoglienza diffusa può contribuire a ridurre il rischio di ghettizzazione  e favorire un maggiore coinvolgimento della comunità locale nel processo di integrazione e inclusione, promuovendo la coesione sociale, la conoscenza e il rispetto reciproco tra migranti e residenti.”

Così nei saluti introduttivi Maria Luisa Paglia, segretaria del PD di Trieste –

La destra continua a investire sulla non gestione della vicenda e punta addirittura sul fallimento della propria azione politica, perché questa è in questo modo che può coltivare l’emergenza permanente sull’immigrazione e far crescere l’insicurezza e la paura.”

Ha detto Majorino, dopo gli interventi anche di Linda Tomasinsig, sindaca di Gradisca e responsabile immigrazione PD FVG, e Gianfranco Schiavone, presidente del Consorzio Italiano di Solidarietà.

Occorre cambiare il sapore di una vicenda che è storia di uomini, donne, bambini, deve mutare l’atteggiamento generalizzato e questo cambiamento – ha continuato Majorino – si otterrà necessariamente dopo una battaglia politica giocata in attacco, perché nessuno ce lo regalerà, ma sarà necessario cambiare le regole, a partire dal superamento della legge Bossi-Fini. Dobbiamo insistere sul cambio di narrazione – ha concluso Majorino – e ricordarci che stiamo parlando di persone che non sono solo oggetto di assistenza da programmare, ma anche storie con cui confrontarsi.

 

Rivedi gli interventi di Gianfranco Schiavone, Linda Tomasinsig, Maria Luisa Paglia e Pierfrancesco Majorino e del pubblico in sala

 

Le foto della serata

 

L’Europa dei diritti sociali e civili

L’Europa dei diritti sociali e civili

12 Maggio ore 18:00 20:00

Comprendere meglio l’essenza dell’Unione Europea, esplorando il suo ruolo rilevante nella promozione dei diritti sociali e civili. 

Focus sui temi della giustizia sociale e dell’inclusione, l’evento offre una prospettiva sulle politiche e le iniziative che l’UE porta avanti per garantire una società più equa e inclusiva per tutti i cittadini. 

Intervengono:

Maria Luisa Paglia, segretaria provinciale PD Trieste
Annalisa Corrado, componente segreteria nazionale PD, responsabile ambiente, candidata al Parlamento Europeo
Alessandro Zan, componente segreteria nazionale PD, responsabile diritti, deputato, candidato al Parlamento Europeo

Via Battisti 18
Trieste, TS 34125 Italia
+39 040 2035357
Visualizza il sito del Luogo
In Europa con gli ultimi: dialogo su lavoro, casa, povertà e volontariato con Antonio Mumolo

In Europa con gli ultimi: dialogo su lavoro, casa, povertà e volontariato con Antonio Mumolo

11 Maggio ore 19:00 21:30

Intervengono:

Maria Luisa Paglia, segretaria provinciale PD Trieste
Caterina Conti, segretaria regionale PD FVG
Silvano Magnelli, presidente Assemblea provinciale PD Trieste
Gianfranco Schiavone, presidente ICS
Antonio Mumolo, candidato per il PD alle elezioni europee 2024

Via Madonna del Mare 7/A
Trieste, TS 34124 Italia
+ Google Maps
Visualizza il sito del Luogo
Il nostro NO all’ovovia: vogliamo un futuro diverso per Trieste centro d’Europa

Il nostro NO all’ovovia: vogliamo un futuro diverso per Trieste centro d’Europa

11 Maggio ore 12:00 14:00

Intervengono:

Maria Luisa Paglia, segretaria provinciale PD Trieste
William Starc, comitato No Ovovia
Francesco Russo, consigliere regionale e comunale PD
Elisabetta Gualmini, europarlamentare PD

via Cesare Battisti 18
Trieste, Trieste 34125 Italia
+ Google Maps
Accoglienza diffusa: investimento per creare integrazione e sicurezza

Accoglienza diffusa: investimento per creare integrazione e sicurezza

10 Maggio ore 20:30 23:00

Un incontro necessario per discutere dell’importanza dell’accoglienza diffusa come strategia vincente per favorire l’integrazione sociale e garantire la sicurezza nella nostra comunità.

Intervengono:

  • Maria Luisa Paglia, segretaria provinciale PD Trieste
  • Linda Tomasinsig, sindaco di Gradisca e responsabile immigrazione PD FVG
  • Gianfranco Schiavone, presidente ICS
  • Pierfrancesco Majorino, capogruppo PD Regione Lombardia e responsabile politiche migratorie Segreteria nazionale PD
via Cesare Battisti 18
Trieste, Trieste 34125 Italia
+ Google Maps
Sciopero giornalisti RAI, il PD a sostegno dell’iniziativa

Sciopero giornalisti RAI, il PD a sostegno dell’iniziativa

Il Partito Democratico di Trieste esprime il suo pieno sostegno ai giornalisti della Rai che hanno annunciato lo sciopero per difendere l’indipendenza e la libertà dell’informazione. È fondamentale riaffermare il ruolo imprescindibile dei giornalisti nel garantire una informazione libera, imparziale e di qualità, pilastro fondamentale della democrazia.

Il diritto dei giornalisti di esercitare la propria professione senza pressioni esterne o interferenze politiche è sacrosanto e deve essere tutelato in ogni circostanza. Lo sciopero proclamato rappresenta un segnale forte e chiaro della determinazione dei giornalisti a difendere la propria autonomia e a garantire un servizio pubblico di informazione di qualità” sostiene Maria Luisa Paglia, segretaria del PD di Trieste.

Il PD di Trieste si schiera al fianco dei giornalisti nella loro battaglia per una Rai libera da condizionamenti politici o economici, in particolar modo in un momento in cui la principale emittente radiotelevisiva pubblica italiana sta muovendo un’accusa gravissima nei confronti di tutti i suoi giornalisti e giornaliste, accusandoli di mettere in circolo fake news e screditando in tal modo un’intera categoria.

Invitiamo le istituzioni competenti a prendere seriamente in considerazione le richieste di questi professionisti e a garantire un clima di lavoro sereno e rispettoso dei principi fondamentali della libertà di stampa. Solo attraverso il rispetto della libertà di informazione possiamo preservare la democrazia e il pluralismo delle idee.

Il partito Democratico ha portato la propria solidarietà al presidio dei giornalisti in sciopero sotto la sede regionale della RAI, presenti Manuela Mandler, Francesco Russo, Michele Tarlao e Roberto Treu.

Attuazione controllo del vicinato a San Vito, PD critico e preoccupato

Attuazione controllo del vicinato a San Vito, PD critico e preoccupato

Il PD esprime preoccupazione per l’iniziativa di istituire un patto di vicinato a San Vito e Campi Elisi, sottolineando la necessità di una preventiva discussione e obbligatoria regolamentazione adeguata, evitando il rischio di strumentalizzazione politica.

Michele Tarlao, coordinatore del forum Sicurezza e Coesione sociale del PD di Trieste sostiene:

Se da un lato l’idea di coinvolgere i cittadini nel prestare maggior cura e attenzione delle proprie comunità potrebbe essere condivisibile, qualora servisse ad aumentare la solidarietà e la coesione sociale, dall’altro è fondamentale sottolineare che la sicurezza, compito prioritario delle istituzioni a essa deputate, non può essere delegata ai cittadini. Questo potrebbe comportare la degenerazione in situazioni non auspicabili, come le Ronde, più volte invocate da rappresentanti del Cdx.”

È evidente che l’aumento dei furti e dei tentativi di intrusione nelle abitazioni ha generato un legittimo senso di preoccupazione tra i residenti. Tuttavia, la soluzione proposta sembra concentrarsi esclusivamente sulla partecipazione dei cittadini, trascurando il ruolo delle istituzioni nel garantire la sicurezza pubblica.”

Aggiunge Maria Luisa Paglia, segretaria del PD triestino.

Ci chiediamo se il Comune abbia sollecitato un intervento delle autorità competenti per aumentare la presenza delle forze dell’ordine sul territorio, anziché promuovere iniziative che potrebbero comportare rischi legali e di sicurezza.

È necessario, infatti, che Comune e Regione si facciano parte attiva nel richiedere al Ministro dell’Interno una maggior presenza di polizia sul territorio, anziché spingere i cittadini a iniziative che, se non regolamentate correttamente, potrebbero avere implicazioni negative anche dal punto di vista penale, come ad esempio violazioni della legge sulla privacy.

Inoltre, è importante sottolineare che il Controllo del Vicinato non deve essere strumentalizzato a fini politici. Le attività di vigilanza e monitoraggio devono essere regolamentate e condotte in modo trasparente e imparziale, al di fuori da logiche partitiche o di interesse personale.