Ovovia: Pd Trieste, a Bruxelles le ragioni del ‘no’ al progetto

“Abbiamo portato direttamente a Bruxelles le ragioni sempre più forti del nostro ‘no’ all’Ovovia di Trieste.

Grazie all’europarlamentare dem Elisabetta Gualmini abbiamo potuto esporre alla vice direttrice dell’Unità della Commissione europea per il Pnrr Adelaide Mozzi l’assurdo progetto che dovrebbe essere finanziato proprio con i fondi del Next Generation EU. Una vera contraddizione”.
Lo rendono noto i componenti della segreteria provinciale del Pd di Trieste Manuela Mandler e Daniele Vatta, che ieri a Bruxelles hanno partecipato a una serie di incontri e panel al Parlamento europeo, dedicati al Pnrr italiano, alle politiche di coesione, ai Fondi strutturali europei e alle opportunità per gli amministratori locali in Europa.
“Con l’eurodeputata Gualmini e con altri esponenti di primo piano – hanno aggiunto Mandler e Vatta – ci stiamo coordinando in vista delle prossime tappe che assieme al Comitato No ovovia verranno portate avanti nella nostra opposizione al progetto”.