Barbo, per sociale a Trieste serviva di più

“Con la situazione straordinaria di caro energia e nuove povertà a Trieste serviva ben di più della solita spesa per il sociale, mentre il Comune pare più preoccupato di allestire il salotto buono della città per il Natale. Anche sulla spesa in conto capitale sempre tanti annunci ma pochissimi fatti in termini di lavori pubblici. In particolare sul PNRR una dopo l’altra le operazioni annunciate in pompa magna stanno ricevendo valutazioni negative e quindi non vengono finanziate”. Lo dichiara il capogruppo Pd nel Consiglio comunale di Trieste, commentando la conferenza stampa di presentazione del Bilancio di Previsione 2023/2025 dell’assessore comunale alle Politiche Finanziarie, Everest Bertoli.
“Il bilancio di previsione – spiega Barbo – è il documento di programmazione più importante che siamo chiamati a votare: concedere solo pochi giorni alle Circoscrizioni per dare il parere su centinaia di pagine dimostra la scarsa considerazione che questa Amministrazione ha delle periferie e dei loro rappresentanti. Anche noi vogliamo approvarlo entro l’anno ma – puntualizza il capogruppo dem – la Giunta doveva dare i canonici venti giorni alle Circoscrizioni”.

0