Medici di famiglia, Rosanna Pucci: sindaco Trieste faccia sua parte
Carenza Mmg in 21 zone: presentata mozione in Consiglio
Il sindaco Dipiazza si attivi per richiedere alla Regione Fvg e al Ministero della Salute interventi finalizzati ad adeguare il numero dei medici di famiglia nel territorio di Trieste. E’ scritto nello Statuto del Comune di Trieste che uno degli obiettivi fondamentali da perseguire è il diritto alla salute per tutti gli abitanti, quindi è necessario che Dipiazza faccia la sua parte e solleciti chi ha competenze e poteri”.
La consigliera comunale Rosanna Pucci (Pd) rende nota la sua mozione, dedicata alla carenza dei medici di medicina generale che si fa sentire a tutti i livelli, inclusa la città di Trieste.
“Attualmente a Trieste sono ben 21 le zone carenti di medici di famiglia – spiega Pucci – ed è un numero che nel breve periodo potrebbe aumentare. Una situazione da gestire e sanare perché questi sono i medici che prestano tutti i servizi sanitari di primo contatto con le persone, sia in ambulatorio che a domicilio, ma che fanno anche prevenzione, controllo e cura delle malattie ‘croniche’.
Il compito dei medici di famiglia – aggiunge la consigliera – è anche quello di evitare accessi non necessari alle strutture ospedaliere e oggi, con gli ospedali in affanno, sappiamo quanto sia importante questa funzione”.
0