Coronavirus: centrosinistra, ordine del giorno impegna il Comune Trieste su case di riposo

Dpi per personale sanitario, tamponi per degenti e familiari, tablet per comunicare

Più tamponi, mascherine ffp3 per il personale, un protocollo operativo con Asugi, separazione dei positivi, tablet per comunicare con l’esterno. E’ in sintesi quanto chiedono al sindaco di Trieste Roberto Dipiazza, in un ordine del giorno, i consiglieri comunali di centrosinistra Antonella Grim (IV),  Sabrina Morena (Open Fvg) e Laura Famulari con i colleghi del gruppo Pd. 

Nell’ambito delle sue competenze- spiegano – occorre che il Comune di Trieste si impegni sul fronte delle case di riposo, dove si consuma un dramma terribile per la nostra città. Alla luce dei tanti decessi che ancora contiamo quasi a metà aprile, forse si doveva e si deve fare di più: intendiamo unirci a questa lotta per i nostri vecchi e per le loro famiglie.

Per questo abbiamo presentato un ordine del giorno che invita il Sindaco ad attivarsi su questo fronte, nelle prossime scelte di allocazione delle risorse e di coordinamento. Fondamentali sono i presidi di sicurezza individuale per il personale sanitario, ma anche sottoporre a tampone il personale, i degenti e i loro familiari vista la particolare esposizione di questi luoghi al contagio.

Ma chi sta in una casa di riposo deve poter anche comunicare con i famigliari magari – concludono – attraverso tablet forniti dall’Amministrazione, una soluzione già attuata in altri Comuni, e con l’eventuale aiuto di volontari, sempre per favorire al massimo la comunicazione”.

0