Toponomastica: nuove vie per L. Kozlovich e in Porto Vecchio

Bene consenso in commissione, ci sia anche in Consiglio

“Il Comune intitoli una via o uno spazio cittadino a Lidia Kozlovich, grande attrice e intellettuale  di confine, e nelle future scelte toponomastiche per il Porto Vecchio tenga conto del ruolo internazionale della città dando attenzione a Paesi e capitali cui Trieste è fortemente collegata dal punto di vista culturale, economico, storico”. E’ la richiesta formulata dai consiglieri comunali del Pd Valentina Repini e Štefan Čok, in due distinte mozioni presentante nella Prima commissione comsigliare.
“Lidia Kozlovich ha saputo unire spontaneamente e ad altissimo livello le nostre due culture sulla scena nazionale e internazionale – ricorda Repini, che aveva già raccolto l’accordo del Consiglio comunale per la dedica di una targa all’artista – e merita che facciamo il passo che manca inserendo il suo nome nello stradario di Trieste”. Per Čok “è opportuno che nelle nuove arterie del Porto vecchio divenuto città si mostri la dimensione europea e il carattere aperto di Trieste”.
“Siamo lieti – sottolineano i due consiglieri dem – che in Commissione entrambe le mozioni abbiano incontrato il favore dei consiglieri presenti di maggioranza e opposizione. Confidiamo che lo stesso sostegno ci sia anche in fase di discussione in Consiglio comunale, dove speriamo sia presente anche FdI, che in commissione non c’era, mettendo a rischio il numero legale”.

0