Ferriera: Serracchiani “Serve impegno Fedriga e Patuanelli

Per i posti di lavoro che si stanno perdendo e per quelli che sono a rischio già nei prossimi mesi ci sono responsabilità precise della politica, regionale e anche nazionale. La volontà di chiudere la Ferriera, al più presto e comunque, è stato uno dei pochi punti chiari del programma della destra e dei 5Stelle, e pur di raggiungerlo hanno messo in un angolo il sacrificio dei lavoratori. L’assenza più grave all’incontro con i lavoratori era quella del commissario del Governo per la Ferriera, cioè Fedriga, che al Circolo Ferriera avrebbe dovuto esserci e portare risposte a chi aveva negli occhi l’angoscia del futuro.

Lo afferma la deputata Debora Serracchiani, alla luce dell’intenzione, ribadita dalla proprietà della Ferriera di Servola a Trieste, di fermare la produzione di acciaio entro il prossimo 31 dicembre.
Per la parlamentare

siamo ancora in tempo per guidare un processo che eviti la deindustrializzazione di Trieste, che costringa l’imprenditore a sedersi a un tavolo nazionale con istituzioni e lavoratori. Ma deve volerlo Fedriga e deve volerlo il ministro Patuanelli: nessuno dei due può voltare le spalle a un territorio che sta precipitando verso una crisi industriale diffusa. È difficile impegnarsi e mostrare la faccia – aggiunge Serracchiani – quando arriva la tempesta sull’economia ma devono farlo e senza delegare, perché più passa il tempo e meno si può fare: non aspettino che passi la nottata”.

0