Italia-Slovenia: giornata sia pietra di paragone per futuro

Pd ha sempre sostenuto processi di pacifica convivenza

"Abbiamo vissuto una giornata così bella, forte e densa di significati che resterà nella storia e speriamo sia pietra di paragone per le scelte e i comportamenti futuri, nemmeno le strumentalizzazioni riescono a scalfirne il significato. Il riconoscimento reciproco dei drammi della storia contestualizzati nel ‘900 per guardare all’Europa e soprattutto a un futuro di rispetto e collaborazione: questa la lezione di Mattarella e Pahor che serve da antidoto contro il veleno di chi ancora oggi sa solo lucrare sulle divisioni". Commentando gli atti dei due Capi di Stato, lo ha detto oggi a Trieste il segretario del Pd Fvg Cristiano Shaurli, che ha partecipato nel pomeriggio a una manifestazione davanti al Narodni Dom, dove sono state deposte corone d’alloro dalle associazioni rappresentative della comunità slovena e da forze politiche.
Per il Partito democratico sono intervenute la senatrice Tatjana Rojc, la segretaria provinciale Laura Famulari con la coordinatrice della componente slovena Maja Tenze, oltre a consiglieri comunali dem di Trieste e alle sindache dei comuni carsici di Sgonico e Monrupino, Monika Hrovatin e Tanja Kosmina. Nel suo intervento Famulari ha ricordato che "il Pd ha sempre sostenuto i processi di pacifica convivenza fra le diverse anime della città e del territorio. Ricordare serenamente ciò che è avvenuto senza alimentare nuovi conflitti è presupposto per costruire assieme il futuro".

 

 

 

Mail priva di virus. www.avast.com

 

0