NUOVI APPUNTAMENTI PER LA RACCOLTA FIRME REFERENDUM

Si prosegue anche la prossima settimana la raccolta di firme per il referendum abrogativo dell’attuale legge elettorale. Si può firmare nella sede del PD di via Geppa 9 da lunedì a venerdì dalle ore 10 alle ore 13 oppure presso i banchetti organizzati dai Circoli del PD di Trieste.
IL CALENDARIO DEI BANCHETTI CON NUOVI APPUNTAMENTI

Sabato 17 settembre
– dalle ore 9 alle ore 12 in via Nazionale angolo via di Prosecco ad Opicina
– dalle ore 9 alle ore 12 a Sistiana Mare (Comune di Duino Aurisina)
– dalle ore 10 alle ore 13 in Capo di Piazza (vicino piazza Unità e di fronte bar Urbanis)
– dalle ore 10 alle ore 12 in Largo Barriera (piazzetta Donda)
– dalle ore 10 alle ore 13 in Largo Roiano

Domenica 18 settembre
– dalle ore 10 alle ore 12 in via Nazionale angolo via di Prosecco ad Opicina

Martedì 20 settembre
– dalle ore 9 alle ore 12 nella piazza di Aurisina
– dalle ore 10 alle ore 12 in Campo San Giacomo (accanto all’edicola)
– dalle ore 16 alle ore 19 in via Dante angolo via San Nicolò

Mercoledì 21 settembre
– dalle ore 10 alle ore 12 in piazza tra i Rivi a Roiano
– dalle ore 16 alle ore 19 in via Dante angolo via San Nicolò

Giovedì 22 settembre
– dalle ore 16 alle ore 19 in via Dante angolo via San Nicolò

RACCOLTA FIRME REFERENDUM ELETTORALE

Continua la raccolta di firme per il referendum abrogativo dell’attuale legge elettorale. Si può firmare nella sede del PD di via Geppa 9 da lunedì a venerdì dalle ore 10 alle ore 13 oppure presso i banchetti nelle piazze di Trieste organizzati dai Circoli del PD di Trieste:

Giovedì 15 settembre

– dalle ore 10 alle ore 13 in piazza Cavana
– dalle ore 10 alle ore 12 in Campo San Giacomo (accanto all’edicola)
– dalle ore 16 alle ore 19 in via Dante angolo via San Nicolò
Venerdì 16 settembre
– dalle ore 10 alle ore 13 in Capo di Piazza (vicino piazza Unità e di fronte bar Urbanis)
– dalle ore 10 alle ore 12 in Largo Barriera (piazzetta Donda)
– dalle ore 16 alle ore 19 in Capo di Piazza (vicino piazza Unità e di fronte bar Urbanis)Sabato 17 settembre
– dalle ore 9 alle ore 12 in via Nazionale angolo via di Prosecco ad Opicina

– dalle ore 10 alle ore 13 in Capo di Piazza (vicino piazza Unità e di fronte bar Urbanis)
– dalle ore 10 alle ore 12 in Largo Barriera (piazzetta Donda)
– dalle ore 10 alle ore 13 in Largo Roiano

Domenica 18 settembre
– dalle ore 10 alle ore 12 in via Nazionale angolo via di Prosecco ad Opicina

PARTE LA RACCOLTA FIRME PER IL REFERENDUM ABROGATIVO

Care democratiche, cari democratici,

come abbiamo potuto tutti vedere, quest’anno anche l’estate è stata segnata da continue (e per tanti versi preoccupanti) novità nella cronaca politica.
La crisi finanziaria, le difficoltà internazionali che hanno coinvolto anche il nostro Paese, l’incapacità del Governo Berlusconi di apparire credibile nel rispondere tempestivamente ed efficacemente alle emergenze sociali ed economiche, la progressiva delegittimazione della politica che colpisce anche l’opposizione e che continua a generare azioni di protesta (talvolta a rischio di deriva populistica) contro la “casta” sono i titoli che hanno riempito giornali e Tg nelle ultime settimane.
Sul nostro territorio potremmo dire che, fortunatamente, le cose stanno in maniera un po’ diversa. Il successo elettorale e la scelta di amministratori competenti ed in gran parte rinnovati ci lascia ancora un credito positivo nei confronti dei cittadini della nostra Provincia. In particolare i primi atti della nuova giunta Cosolini hanno segnato una discontinuità con l’amministrazione di centrodestra in termini di apertura, trasparenza e opportunità di partecipazione (a partire dal tema caldo del Piano Regolatore) che sembrano essere stati molto apprezzati dai cittadini. Per quanto riguarda il Partito Democratico, questa “onda positiva” sembra confermata dal successo della Festa Democratica provinciale che ha avuto luogo ad Opicina dal 19 al 21 agosto che ha visto (grazie ancora una volta al lavoro straordinario di tanti volontari che ringrazio a nome di tutti voi) grande partecipazione anche ai dibattiti politici con cui abbiamo messo sul tavolo le priorità del Pd per le prossime settimane.
A questo proposito voglio segnalarvi il primo grande impegno che ci aspetta. Entro il 25 settembre il nostro Partito è impegnato a garantire la massima mobilitazione per il raggiungimento delle 500 mila firme necessarie a presentare il referendum abrogativo della attuale legge elettorale. Come tutti sapete, il Porcellum è stato introdotto dal centrodestra nel 2005 e da allora tutti i nostri tentativi di cambiamento (compresa la proposta che Bersani ha presentato alla Camera lo scorso luglio) sono stati vanificati dal governo Berlusconi. Ora non resta che provare a forzare la mano per via referendaria e chiedere l’aiuto dei cittadini per cambiare un sistema di voto che ci impedisce di scegliere i nostri rappresentanti creando un Parlamento di nominati la cui credibilità è sotto gli occhi di tutti.
Vi invito, dunque, ad attivarvi per firmare e far firmare i due referendum (leggi qui la nota esplicativa a cura di Pietro Faraguna e vedi il sito www.firmovotoscelgo.it ).
La raccolta firme inizia domani, sabato 10 settembre dalle ore 10 alle ore 13 in Capo di Piazza (vicino piazza Unità e di fronte bar Urbanis), e continuerà sino a venerdì 24 settembre con banchetti in tutti i rioni della città (vi invieremo a breve per mail e pubblicheremo sul sito www.pd.trieste.it il calendario completo dei banchetti). Ed inoltre le firme si raccolgono anche nella sede di via Geppa 9 da lunedì a venerdì dalle ore 10 alle ore 13.
Chi non l’avesse ancora fatto, potrà nei prossimi giorni anche rinnovare l’adesione al Pd. La segreteria di via Geppa ed i segretari di circolo sono a vostra disposizione. È inutile sottolineare che, nella prospettiva di una politica sobria e trasparente anche dal punto di vista delle risorse finanziarie, dobbiamo essere tutti responsabili del fatto che la vita del Partito a livello locale si basa principalmente dal contributo degli iscritti vecchi e (speriamo molti) nuovi.
In queste settimane, anche in previsione della conferenza nazionale del Partito su questi temi, lavoreremo anche su un rinnovato modello organizzativo del Pd triestino per svolgere sempre meglio ed in maniera sempre più partecipata le responsabilità ed i compiti che tanti cittadini hanno voluto affidarci attraverso il loro voto di primavera. Chiunque abbia qualche idea o voglia contribuire può farlo tranquillamente attraverso i contatti della nostra segreteria.
A breve vi daremo notizie anche del calendario delle diverse attività che stiamo programmando per l’autunno.
Intanto un caro saluto e buon lavoro a tutte a tutti!
Francesco Russo
segretario del PD di Trieste

FESTA NAZIONALE A PESARO

In occasione della Festa Nazionale a Pesaro dalla nostra regione parte un pullman il 10 settembre alla volta di Pesaro. Il pullman è organizzato dal Circolo di Ruda. Clicca qui per i dettagli del programma e i recapiti.

ANCHE DA TRIESTE FIRME PER IL REFERENDUM E PER CAMBIARE ARIA NEL PAESE

Intervento di FRANCESCO RUSSO, segretario del PD di Trieste, inviato oggi, giovedì 1 settembre, agli organi di informazione:
“Fin da domani proporrò agli organismi del partito, ai circoli sul territorio, alla rete dei nostri amministratori ed a tutti i nostri iscritti di scendere in piazza con i banchetti e di essere in prima fila per raggiungere e superare l’obiettivo delle 500 mila firme in appoggio al referendum che punta a cancellare la vergognosa legge elettorale con la quale il centrodestra ha privato noi cittadini di votare e scegliere direttamente i nostri rappresentanti in Parlamento”.
Così Francesco RUSSO, segretario provinciale del Partito Democratico di Trieste interviene sul tema della campagna referendaria che negli ultimi giorni ha visto schierarsi un numero crescente di personalità tra cui Romano Prodi.
“Il Partito Democratico si è sempre schierato contro il “Porcellum” voluto dal centrodestra per trasformare il Parlamento in un’assemblea di nominati, e va ricordato che una nostra proposta di legge aspetta inutilmente un segnale dalla maggioranza per essere discussa. Ma l’incapacità degli attuali protagonisti politici di proporre una seria riforma deve spingerci oggi a chiedere ai cittadini una mano per cambiare aria nel nostro Paese, superando ancora una volta con una grande partecipazione popolare l’immobilismo di un Governo che punta ormai solo a sopravvivere come ben testimoniato dalle bizzarre invenzioni della manovra economica.
Anche a chi non considera il ritorno alla legge precedente (il c.d. mattarellum) un fatto del tutto positivo voglio dire che il raggiungimento del numero di firme sufficienti alla convocazione dei referendum porta con sé tre conseguenze comunque positive.
In un primo caso avremo la possibiiltà di votare con un sistema elettorale forse non perfetto (tre quarti di maggioritario e un quarto proporzionale) ma sicuramente migliore di quello attuale. La seconda opportunità è quella che potrebbe vedere il Parlamento “costretto”  a votare una nuova legge proprio dalla spinta popolare. L’ultima ipotesi è quella di un centrodestra che, pur di votare ancora con la legge vergognosa che ha proposto e approvato decida di sciogliere le Camere e di andare a votare già nel 2012. Come si può vedere sono tre scenari tutti più positivi dell’inaccettabile stallo attuale in cui un Governo ed una maggioranza che si sarebbero sciolti in qualunque altro Paese al mondo stanno facendo pagare all’Italia il loro immobilismo e l’impossibilità di decidere qualsiasi strategia di rilancio.
Per questo i triestini ci troveranno ai banchetti fino al 30 settembre. Per mandare a Roma, forti della bella stagione di partecipazione che ha caratterizzato la campagna elettorale amministrativa, il messaggio che la buona politica e il buon governo sono di nuovo possibili. Con il centrosinistra”.

FESTA DEMOCRATICA 2011

Tre giorni con il PD

Musica, politica, cibi, cultura, divertimento…
ad OPICINA presso la Casa della Cultura Tabor via Ricreatorio 2 il
19 – 20 – 21 AGOSTO 2011
alla
FESTA DEMOCRATICA
organizzata dal Partito Democratico della provincia di Trieste

SCARICA QUI IL MANIFESTO!!
Programma:
venerdì 19 agosto
Ore 18.00 apertura chioschi
Ore 19.00 dibattito pubblico su:

TRIESTE CHIAMA EUROPA. La crisi, la politica, il futuro
I Giovani Democratici incontrano
BRANDO BENIFEI,  responsabile nazionale Europa Giovani Democratici e
DEBORA SERRACCHIANI,  Europarlamentare e Segretaria regionale PD FVG

Ore 20.30  ballo con il gruppo “DARIO & FRIENDS”

sabato 20 agosto
Ore 18.00 apertura chioschi
Ore 19.00 dibattito pubblico su:
PARTE DAI TERRITORI LA SFIDA DEL CENTROSINISTRA PER LE REGIONALI DEL 2013   
CRISTIANO DEGANO (Rai)  intervista
ROBERTO COSOLINI, Sindaco di Trieste
FURIO HONSELL, Sindaco di Udine
CLAUDIO PEDROTTI, Sindaco di Pordenone.

Ore 20.30 ballo con il complesso SOUVENIR

domenica 21 agosto
Ore 17.00 apertura chioschi
Ore 19.00 dibattito pubblico su:

DOPO LA VITTORIA ELETTORALE E L’ESTATE DELLA CRISI DEI MERCATI.
Quale politica e quale PD per Trieste e per l’Italia?
Rispondono:
TAMARA BLAŽINA, Senatrice del PD
ETTORE ROSATO, Deputato del PD
FRANCESCO RUSSO, Segretario del PD di Trieste

Ore 20.30 ballo con il complesso OASI 

 

ASSEMBLEA PROVINCIALE DEL PARTITO DEMOCRATICO – 16 LUGLIO 2011

Francesco RUSSO: grandissima soddisfazione per i risultati elettorali ma adesso un partito più aperto, sobrio, e capace di coinvolgere il popolo del referendum
Più di cento persone hanno affollato il primo incontro post-elettorale dell’Assemblea provinciale del Partito Democratico di Trieste riunita per commentare i risultati delle ultime amministrative e della tornata elettorale. Ha introdotto i lavori Maurizio Pessato (SWG) con un’analisi dei flussi di voto che hanno portato il PD ad essere per la prima volta il partito più votato a Trieste e (anche attraverso l’elezione di più di 70 amministratori tra consiglieri comunali, circoscrizionali e provinciali tra cui un numero rilevante di donne e giovani) perno di una coalizione vincente in tutta la provincia, segnalando anche il positivo accoglimento da parte dei cittadini delle prime iniziative della giunta Cosolini. “Unità, ascolto e innovazione sono state le parole chiave di una straordinaria campagna elettorale nella quale siamo riusciti a ritrovare grande sintonia con il nostro elettorato – ha esordito nella sua relazione il segretario provinciale Francesco RUSSO – anche attraverso più di 200 iniziative realizzate in poche settimane in tutti i rioni e quartieri e la sperimentazione di modalità nuove, come i focus group di APPUNT[A]MENTI che hanno ridato la parola ai cittadini nelle scelte del Pd e che oggi sono uno strumento imitato anche in altre parti del Paese”.
Ripreso da molti interventi Russo ha voluto, però, sottolineare che gli eventi dell’ultimo mese impediscono di soffermarsi troppo a gioire sugli straordinari risultati ottenuti. “La crisi internazionale, le difficoltà economiche vissute dalle aziende e dai cittadini del nostro territorio, la condizione dei giovani senza lavoro ci costringono – ha proseguito – a prendere atto che alla politica spetta uno sforzo straordinario per dimostrare che la fiducia nei confronti del centrosinistra era ben riposta”. Serietà, impegno concreto e trasparenza sono le parole che dovranno, secondo il segretario caratterizzare la nuova fase. Per questo ha proposto un percorso condiviso e straordinario di ridefinizione delle strutture organizzative e della stessa forma partito: “già a settembre presenteremo ai triestini un partito più presente sul territorio, più semplice da raggiungere e interpellare, più trasparente e capace di intercettare la voglia di partecipazione che, ad esempio, gli ultimi referendum hanno messo in luce. Crediamo nei partiti come strumento di partecipazione ma sappiamo che, a partire dalla riduzione degli sprechi della politica dovremo essere i primi a dare il buon esempio in termini di sobrietà, correttezza e integrità”.
“Appoggiamo l’impegno di Bersani in questo senso – ha concluso Russo – e porteremo le proposte del partito triestino alla conferenza nazionale che in autunno dovrà ridisegnare un Pd capace di vincere le prossime sfide elettorali nazionali e regionali”.
Anche il Sindaco Roberto Cosolini, nel suo intervento ha voluto sottolineare l’impegno ed il risultato del Partito Democratico di Trieste e, ricordando le tante sfide amministrative che attendono il centrosinistra, ha ribadito l’impegno suo e della giunta a mantenere gli impegni programmatici assunti in campagna elettorale secondo quei principi di piena partecipazione democratica e di equità che – ha detto – saranno strumento utile anche a riavvicinare i tanti che alle ultime elezioni sono rimasti a casa.

Alcuni interventi all’Assemblea provinciale:
intervento di Raffaele Leo
intervento di Bruna Tam
intervento di Sebastiano Truglio

Referendum 2011

Care democratiche, cari democratici,
con la presentazione delle giunte che, con la presenza di tanti esponenti del Pd, nei prossimi anni affiancheranno Roberto Cosolini, Nerio Nesladek, Maria Teresa Bassa Poropat abbiamo concluso un entusiasmante percorso elettorale che ha visto prevalere il centrosinistra  anche a livello nazionale.
Abbiamo però un ultimo sforzo da compiere!

Read More

Elezioni Amministrative 2011

GRANDE SVOLTA A TRIESTE !

ROBERTO COSOLINI  E’ IL NUOVO SINDACO DI TRIESTE con il 57,51% E MARIA TERESA BASSA POROPAT E’ STATA RICONFERMATA PRESIDENTE DELLA PROVINCIA DI TRIESTE con il 58,67% !!!!

SI VOTA IL 29 E 30 MAGGIO PER IL BALLOTTAGGIO

Care democratiche e cari democratici,
dieci giorni fa abbiamo festeggiato uno straordinario, e per certi versi inaspettato successo. Abbiamo già eletto Nerio Nesladek Sindaco di Muggia e abbiamo portato Roberto Cosolini e Maria Teresa Bassa Poropat, nostri candidati al Comune ed alla Provincia di Trieste a staccare nettamente i loro avversari mettendoli in condizione di giocarsi al meglio la partita dei ballottaggi.
All’interno di una coalizione finalmente unita, il Partito Democratico è stato indubbio protagonista di questo successo. Per la prima volta a Trieste e in provincia siamo il primo partito, risultato reso ancora più importante dall’entusiasmo che ha caratterizzato la nostra campagna elettorale e dal numero straordinario di volti nuovi, donne e giovani che ci rappresenteranno nei prossimi cinque anni nelle Istituzioni locali.
Ma se il primo tempo ci ha regalato delle belle soddisfazioni, dobbiamo ricordare a tutti che le partite, anche in politica si vincono solo alla fine!
Per confermare un risultato storico che rafforzerebbe il bel vento di cambiamento che sembra attraversare tutta l’Italia, è necessario portare ai seggi tutti coloro i quali ci hanno dato fiducia al primo turno e lavorare per aggiungere le migliaia di voti che ancora ci mancano per arrivare oltre il 50%.
In queste ultime ore numerosi segnali ci confermano che il centrodestra sta mettendo in atto un estremo sforzo mediatico, di propaganda e di organizzazione. Non dobbiamo illuderci che il risultato possa essere scontato. C’è bisogno dell’impegno di tutti voi, per ricordare ad amici, parenti, colleghi, semplici conoscenti che il cambiamento è possibile, ma ha bisogno del sostegno di tutti ogni singolo cittadino. E-mail, telefonate, lettere, appelli Facebook, tante chiacchierate “porta a porta”: scegliete voi il modo migliore per convincere i nostri elettori a non perdere l’appuntamento di domenica e lunedì prossimi. I ballottaggi si possono perdere anche per pigrizia e, dopo lo splendido lavoro degli ultimi mesi, non dobbiamo rallentare proprio sul rettilineo finale!
Per ogni dubbio sulle modalità di voto o per offrire la vostra disponibilità a dare una mano all’organizzazione in questi ultimi giorni (anche come rappresentanti di lista) non esitate a contattare la nostra segreteria.
Buon lavoro a tutti!
Francesco Russo
segretario provinciale